Apc-Informazione/ Di Pietro: Europa non ci abbandoni

Apc-Informazione/ Di Pietro: Europa non ci abbandoni
Non permettere a dittatorello di turno di calpestare Costituzione

Roma, 22 set. (Apcom) – “Abbiamo sottoposto all`attenzione del Parlamento europeo il problema della libertà  d`informazione che tiene sotto scacco il nostro Paese. Vogliamo troppo bene a questa Italia per permettere al primo dittatorello di turno di fare carta straccia della Costituzione e di calpestare tutti i principi fondanti la nostra democrazia”. Lo afferma l`onorevole Antonio Di Pietro, leader dell`Italia dei Valori, che sull’informazione rivolge un appello all’Europa perché “non ci abbandoni”.

“E` un momento difficilissimo per le istituzioni – prosegue – per gli uomini liberi, per tutti quei giornalisti dalla schiena dritta e per chi porta avanti l`opposizione. Il Presidente dell`Alde, l`ex premier belga Guy Verhofstadt, ha richiesto, insieme ai nostri eletti dell`Italia dei Valori, al Parlamento europeo di aprire un dibattito, che si terrà  il 7 ottobre, e il 21, a Strasburgo, ci sarà  la votazione di una risoluzione sul tema. Quello che sta accadendo in Italia è di una gravità  inaudità , quindi, oltre a sostenere con forza la manifestazione del 3 ottobre indetta dalla Fnsi, chiediamo a gran voce a tutta l`Europa di non abbandonarci”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo