TV: ANNOZERO RIPARTE (SE C’E’ TRAVAGLIO) DALLA LIBERTA’ D’INFORMAZIONE

TV: ANNOZERO RIPARTE (SE C’E’ TRAVAGLIO) DALLA LIBERTA’ D’INFORMAZIONE
ROMA (ITALPRESS) – Si intitola “Farabutti” e sara’ dedicata alla “liberta’ d’informazione” la prima puntata dell’atteso e tanto discusso Annozero, in onda su Raidue da giovedi’ sera, senza servizi filmati causa “ritardi” nella firma dei contratti, ma con Marco Travaglio che “ha gia’ preparato una bella botta per Tarantini”. Michele Santoro non demorde e nella conferenza stampa fiume per l’annuncio della nuova edizione del suo programma, volano scintille con il neodirettore di rete, Massimo Liofredi.
“Marco Travaglio ci sara’, se non c’e’ lui non c’e’ Annozero.
Perche’ Annozero e Travaglio sono la stessa cosa”. Il giornalista lancia il suo ultimatum all’azienda e minaccia di non andare in onda il 24 settembre se non verra’ firmato il contratto del suo collaboratore, ritenuto “irrinunciabile”.
Presentato dal direttore come “un prodotto importante per la rete che mi ritrovo a gestire ed ospitare”, Annozero parte con qualche difficolta’, spiegata subito dopo dallo stesso conduttore. “Siamo stati costretti a lavorare in una condizione negativa per un debutto – afferma – i contratti sono stati firmati solo una settimana prima dell’inizio del programma, la troupe e’ stata messa a disposizione solo a meta’ della scorsa settimana e per questo partiremo senza le inchieste filmate”. Ritardi che per Santoro hanno un significato, cioe’ quello di “un attacco alla televisione, alle punte del servizio pubblico, a quei programmi che ne incarnano lo spirito”, perche’ “le trasmissioni indicate da Berlusconi a Porta a Porta come fatte da ‘farabutti’ hanno tutte dei grossi problemi”.

TV: ANNOZERO RIPARTE (SE C’E’ TRAVAGLIO) DALLA LIBERTA’ D…-2-
Lungo lo sfogo del giornalista che si domanda: “Che senso ha che programmi come Annozero e Report siano oggetto di discussione? Chi ha interesse che queste punte del servizio pubblico vengano interrotte, magari a favore di Mediaset? Non intravedendo ragioni aziendali vuol dire che siamo in una fase in cui qualcuno vuole la distruzione del servizio pubblico. Per quale maledetto motivo il giorno prima di andare in onda non dobbiamo sapere se il contratto di Travaglio verra’ rinnovato o no?”. E ancora: “Noi siamo profughi politici, oggetto di respingimenti dalla tv che, come dice il direttore di Raidue, ci ospita”.
Poi e’ il turno di Travaglio, “mortificato” per la situazione ma sempre pungente: “In tv ci sono assassini, stupratori e canari, mentre io scopro ora di essere considerato peggio di Vallanzasca, ma nessuno mi ha spiegato cosa ho fatto di male essendo per altro incensurato. Almeno aspettate che faccia qualcosa prima di bastonarmi! E per domani non so se ci saro’, ne’ cosa diro'”.
Santoro conferma ancora che Travaglio ci sara’ e che si e’ preparato su Giampaolo Tarantini.
Da un’ora si percepisce tensione nella sala A di viale Mazzini, dove si svolge la conferenza stampa, e questa esplode quando un giornalista chiede chiarimenti sui ritardi nei contratti delle troupe che, alla fine, hanno impedito di realizzare i filmati. “Si tratta di problemi tecnici legati al fatto che Santoro ha chiesto delle troupe particolari e degli operatori esterni” risponde Liofredi. Il conduttore sbotta: “Sei un bugiardo. E se vuoi querelami”. “Io non querelo nessuno” e’ la risposta del direttore, mentre Santoro aggiunge “Non lo fare perche’ non ti conviene. Due mesi fa, quando non eri ancora direttore, c’e’ stata una riunione per capire quali risorse interne ci fossero per noi e non essendocene abbiamo valutato che si poteva fare solo con risorse esterne. Ma la verita’ e’ che le troupe le abbiamo avute ieri”.
Alla fine Liofredi dice quello che pensa davvero: “Ne farei a meno di una trasmissione come la tua sulla mia rete. Perche’ preferirei vedere un confronto”.
Il commento finale arriva dal consigliere di amministrazione Rai Nino Rizzo Nervo che sintetizza: “Questa conferenza stampa e’ la rappresentazione veritiera dell’anomalia italiana dove un direttore di rete presenta una trasmissione che di fatto non condivide”.

TV: ANNOZERO RIPARTE (SE C’E’ TRAVAGLIO) DALLA LIBERTA’ D…-3-
Invitando nella sua trasmissione personaggi quali Daniele Luttazzi, Sabina Guzzanti, Beppe Grillo, Adriano Celentano, Santoro aggiunge che anche il presidente del Consiglio e’ invitato (precisando pero’ che e’ “Berlusconi a chiamare qwuando vuole essere invitato”) e che, se vuole, “puo’ portare con se’ Bruno Vespa”.
Se domani sera Annozero andra’ in onda, al posto della schermitrice Margherita Granbassi ci sara’ Giulia Innocenzi nel ruolo di “mediatrice” tra i giovani e la politica. Radicale, 25 anni, laureata alla Luiss in Scienze politiche, militante dal 2006, e’ stata candidata alla segreteria dei giovani del Pd, ha lavorato per Red Tv e ora per Italia Futura. Scelta da Santoro in persona, dopo due ospitate nelle ultime puntate della scorsa edizione, la Innocenzi dichiara: “Curero’ la parte ‘Generazione Zero’, saro’ il tramite con i ragazzi e chiedero’ ai politici il rendiconto del loro operato”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi