INTERNET:1 CASA SU 5 NEL MONDO AVRA’ BANDA LARGA A FINE 2009

CRO:INTERNET
2009-09-28 13:46
INTERNET:1 CASA SU 5 NEL MONDO AVRA’ BANDA LARGA A FINE 2009
ROMA
(ANSA) – ROMA, 28 SET – Nonostante la crisi economica, sono sempre di più le famiglie che non vogliono rinunciare ai vantaggi di Internet ad alta velocità . Le connessioni a banda larga stanno infatti aumentando rapidamente in tutto il mondo e, secondo gli analisti della Gartner, a fine anno saranno presenti in una casa su cinque. Nel 2009, si legge in un rapporto della società  di ricerca, 422 milioni di abitazioni avranno Internet veloce, contro i 382 milioni del 2008. Il trend positivo è destinato a proseguire almeno fino al 2013, quando la banda larga sarà  in 580 milioni di case generando ricavi per almeno 140 miliardi di dollari. Stando alle stime dei ricercatori, il web non sembra essere nella lista delle spese da tagliare per tenere sotto controllo il budget domestico. “Al contrario – spiega l’analista di Gartner Amanda Sabia -, l’adozione della banda larga continua ad aumentare, grazie al calo dei prezzi di connessioni e computer e alla crescente domanda anche da parte della popolazione meno giovane”. La penetrazione di Internet ad alta velocità , ovviamente, si differenzia in modo notevole a livello geografico. A fine 2009 in 22 Paesi la banda larga servirà  almeno la metà  delle case. La nazione più virtuosa sarà  la Corea del Sud, con il 93% delle abitazioni connesse. Seguiranno l’Olanda all’88% e il Canada all’81%. Gli Usa, con il 78%, sono al quinto posto dopo Hong Kong e a pari merito con Singapore e Danimarca. E a fine anno saranno sopra il 50% altri 11 Paesi europei – tra i quali non c’é però l’Italia -, ovvero: Norvegia, Regno Unito, Svizzera, Germania, Francia, Belgio, Irlanda, Spagna, Finlandia, Austria e Svezia.(ANSA).
Y89-VC/ S04 INT S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)