RAI: SLC-CGIL, SUBITO INCONTRO SU INTERNALIZZAZIONE RAISAT

RAI: SLC-CGIL, SUBITO INCONTRO SU INTERNALIZZAZIONE RAISAT
ROMA
(ANSA) – ROMA, 22 OTT – Slc-Cgil chiede alla Rai “un incontro nel più breve tempo possibile”, in assenza del quale é pronta a “valutare iniziative di lotta”, dopo la decisione odierna del consiglio di amministrazione di avviare le procedure per l’internalizzazione di RaiSat, “senza che sia stata data risposta alle pressanti e ripetute richieste da parte sindacale circa il futuro” della società . “Sono mesi che, a seguito del contratto non rinnovato con Sky – afferma Slc-Cgil in una nota – si chiede a Rai chiarezza rispetto al piano industriale di RaiSat e al futuro dei lavoratori. Oggi veniamo informati, con agenzia, metodo che sembra ormai consuetudinario in Rai, di una scelta rilevantissima per il futuro di 100 lavoratori e per il servizio pubblico, la produzione di canali importanti (ex piattaforma Sky) presenti sul digitale terrestre saranno gestiti da Rai e non più da RaiSat. Ci domandiamo quale sarà  il futuro professionale di quei lavoratori e che fine faranno quelle importanti esperienze”. “L’improvvisa scelta – conclude l’organizzazione – ci sembra diretta più a limitare le perplessità  ed i malumori per le scelte industriali che a dare soluzione alle vicende dei lavoratori”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo