TLC: SENATORI PD, GRAVE BLOCCO DEL GOVERNO SU BANDA LARGA

TLC: SENATORI PD, GRAVE BLOCCO DEL GOVERNO SU BANDA LARGA
(AGI) – Roma, 5 nov – “Non si puo’ che concordare con il presidente dell’Agcom Calabro’: il blocco della banda larga e’ un grave danno per il Paese”. Lo affermano i senatori del Pd Luigi Vimercati e Vincenzo Vita che ricordano come “alla fine i famosi 800 milioni di euro promessi dal viceministro romani per sostenere la diffusione della banda larga sono scomparsi definitivamente”. “Il governo Berlusconi – proseguono – conferma la sua ostilita’ all’innovazione del sistema. L’Italia e’ e rimarra’ agli ultimi posti in Europa per la diffusione della banda larga. Cittadini e imprese rimarranno per lungo tempo in serie B. Le chiacchiere di Brunetta sull’efficienza della Pubblica amministrazione restano chiacchiere, perche’ non si fa efficienza senza innovazione”. “Le imprese – concludono Vimercati e Vita – faranno sempre piu’ fatica a competere sul mercato globale senza poter innovare le proprie comunicazioni e senza irrobustire la propria presenza sulla Rete. Il sistema formativo non potra’ disporre di un bene pubblico come le Reti di nuova generazione per costruire nuovi saperi e formare cittadini all’altezza delle sfide del mondo contemporaneo. E’ facile prevedere che in questa situazione l’Italia uscira’ piu’ tardi e soprattutto piu’ debole dall’attuale crisi economica”

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci