TLC: GALATERI, SU BANDA LARGA GOVERNO NON CI HA RASSICURATO

TLC: GALATERI, SU BANDA LARGA GOVERNO NON CI HA RASSICURATO
(AGI) – Perugia, 12 nov. – “Il governo non ci ha rassicurato dicendo che la banda larga rappresenta una priorita’ politica subito dopo la crisi. La banda larga e’ infatti un antidoto anti-crisi”. Lo ha detto il presidente di Telecom Italia, Gabriele Galateri di Genola, intervenendo al convegno ‘Le infrastrutture ICT in Umbria’, in corso a Perugia. “L’investimento in banda larga – ha precisato – ha un importante impatto anticiclico anche nel breve periodo con la sua capacita’ di generare ricchezza e occupazione specialmente nelle fasi congiunturali avverse”. Il presidente Telecom ha definito “indubbiamente condivisibile il piano presentato dal vice ministro Romani per raggiungere le aree rurali e disagiate” perche’ “abbattere il digital divide e fornire a tutti i cittadini italiani una banda minima e’ sicuramente un’iniziativa pubblica lungimirante”. Galateri di Genola ha pero’ manifestato “delusione che non si possa procedere piu’ velocemente sul piano delle infrastrutture”, e tuttavia si e’ detto “comunque fiducioso che, essendo un percorso ineluttabile, si debba sia a livello di operatori privati sia a livello di amministrazioni locali fare tutto lo sforzo in maniera coordinata perche’ questa spinta non si arresti in attesa che arrivino anche i sostegni promessi dal governo nei momenti e nei modi in cui sara’ possibile”. In questa direzione Galateri di Genola ha annunciato investimenti per 5,7 miliardi di euro nei prossimi 3 anni, a fronte di 18 miliardi investiti da Telecom negli ultimi 5.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)