GOOGLE: PROCURA MILANO, CONDANNARE 4 DIRIGENTI PER VIDEO MINORE DOWN

GOOGLE: PROCURA MILANO, CONDANNARE 4 DIRIGENTI PER VIDEO MINORE DOWN
(ASCA) – Milano, 25 nov – Condanne comprese tra 6 mesi e un anno di reclusione per quattro dirigenti di Google. E’ questa la richiesta avanzata dai pm di Milano Alfredo Robledo e Francesco Cajani nei confronti degli imputati nel processo avviato nel capoluogo lombardo dopo che, nel 2006, il popolare motore di ricerca aveva pubblicato un video nel quale un minorenne disabile di Torino veniva insultato dai compagni. Pari a 300 mila euro, invece, la richiesa di risarcimento avanzata dal Comune di Milano, parte civile del processo in base a una norma che gli consente di farlo in procedimenti che riguardano i disabili. Si e’ invece rimessa alla valutazione del giudice ‘Vividown’, l’associazione che con un esposto aveva fatto scattare l’inchiesta. Secondo la Procura di Milano, i quattro dirigenti di Google – accusati a vario titolo di concorso in diffamazione e violazione della privacy – non avrebbero esercitato il controllo necessario per impedire la diffusione del video sul web. La parola passa ora alle difese, che formuleranno le loro arringhe nell’udienza gia’ fissata per il prossimo 16 gennaio.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)