RAI: OCCHIELLO (SNATER), CENTRO PRODUZIONE DI NAPOLI MUORE

RAI: OCCHIELLO (SNATER), CENTRO PRODUZIONE DI NAPOLI MUORE
NAPOLI
(ANSA) – NAPOLI, 9 DIC – “I dipendenti della Rai di Napoli chiedono di lavorare. Il Centro napoletano muore nell’indifferenza della politica nazionale e della Regione Campania che pensa solo a finanziare gli studios cinematografici nell’area di Bagnoli e non è in grado di proporre soluzioni che salvino gli esistenti studi napoletani della Rai”. E’ quanto dichiara Giovanni Occhiello, responsabile settore radiotelevisioni del sindacato Snater. “Tutti indifferenti – prosegue Occhiello – dinanzi a quella che poi si definirà  come una morte annunciata di un sito culturale d’eccellenza di Napoli e del Meridione. La dirigenza Rai – continua – dovrà  dare risposte: sui tanti appalti ai privati; sulle produzioni che a Napoli non arrivano, mentre a Roma se ne fanno tante da far scoppiare gli studi televisivi aziendali e per questo si ricorre anche al fitto di siti privati; sul fatto che a Milano – aggiunge il rappresentante Snater- si parli di costruire un altro centro di produzione nell’area dell’Expo; sui costi per gli studi ed il personale inutilizzato a Napoli. Il posto di lavoro dei dipendenti, per ora, non è in pericolo ma, continuando così, il tracollo sarà  inevitabile. La nostra – conclude Occhiello- è anche una lotta per difendere il servizio pubblico e il denaro dei cittadini che pagano il canone”. “Per domani, giovedì 10 dicembre, in occasione della visita di alcuni dirigenti nazionali della Rai – annuncia Occhiello – ci sarà  un sit-in dei lavoratori fuori ai cancelli della sede Rai di Viale Marconi a Fuorigrotta”. Nei giorni scorsi i dipendenti del Centro Rai di Napoli hanno inviato una lettera, accompagnata da 400 firme, al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano al quale hanno espresso le loro preoccupazioni.(ANSA).
COM-TOR/BOM S44 S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi