TV: ‘CIELO’; OK DA BRUXELLES, AUTORIZZAZIONE ARRIVERA’

TV: ‘CIELO’; OK DA BRUXELLES, AUTORIZZAZIONE ARRIVERA’/ANSA
MOCKRIDIGE, SI’ UE DA UNA SETTIMANA; ROMANI, RILASCIO NEI TERMINI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 10 DIC – Il via libera alla partenza di ‘Cielo’, il nuovo canale free di News Corp per il digitale terrestre che doveva debuttare il primo dicembre, arriverà  “come previsto, nei termini di legge”. Ad assicurarlo è il viceministro alle Comunicazioni, Paolo Romani, dopo che Tom Mockridge, in qualità  di amministratore delegato di News Corp Stations Europe, ha reso noto che sul nuovo progetto c’é già  da una settimana l’ok della Commissione europea, cui Romani aveva chiesto un parere. La domanda di autorizzazione, ha ricordato Romani qualche giorno fa, è stata inoltrata al ministero il 2 novembre e la risposta va data entro 60 giorni, più eventuali altri 30. Il viceministro ha anche spiegato di aver chiesto a Bruxelles “una corretta interpretazione” degli impegni fissati nel 2003, all’atto della fusione tra Stream e Tele+, per chiarire in particolare se il gruppo di Rupert Murdoch possa intraprendere attività  sul digitale terrestre, pur se con un canale in chiaro. Oggi la rivelazione di Mockridge, in una lettera allo stesso Romani: “Ci risulta, come confermato dal suo ufficio, che questa interpretazione sia giunta al suo ministero giovedì stesso, ovvero una settimana fa, e che la DG Competition abbia chiarito che gli undertaking non precludano a Sky Italia di operare sul Dtt (digitale terrestre) con un canale gratuito in chiaro, come sempre sostenuto dalla nostra azienda. Restiamo dunque in attesa di un vostro celere riscontro in merito a questa pratica – conclude Mockridge – nell’interesse di una sana e trasparente competizione nel mercato televisivo italiano”. “In base anche al parere dell’Unione Europea – ha risposto Romani – gli uffici del ministero procederanno, come previsto, nei termini di legge al rilascio dell’autorizzazione alla trasmissione del canale Cielo sul digitale terrestre”. Il viceministro ha tuttavia definito “inappropriata la scelta di rendere pubblica una lettera inviata da Sky al ministero nella quale, inoltre, si fa riferimento ai contenuti di una comunicazione istituzionale fra l’Unione Europea e questo ministero”. Intanto Sky Italia ha annunciato che presenterà  all’Antitrust un ricorso contro l’accordo raggiunto in seno all’associazione DGTVi sull’ordinamento automatico dei canali nel nuovo telecomando digitale: “Gli operatori principali ‘incumbent’ del settore, agendo in pratica come autorità  di regolazione privata – lamenta la piattaforma satellitare – hanno adottato un ordinamento automatico ritenuto conveniente e lo hanno immediatamente posto in esecuzione. Mentre agli operatori esterni a questo accordo è stata data solo la possibilità  di aderire o di partecipare ad eventuali correzioni, rese comunque difficili dall’avviata esecuzione dell’accordo stesso”. Apprezzamento, infine, da parte di Sky per l’istruttoria già  avviata dall’Autorità  per le garanzie nelle Comunicazioni sulla vicenda. (ANSA).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi