Rai/ Santoro: niente vieta uso attori per cronaca

Apc-Rai/ Santoro: niente vieta uso attori per cronaca

Tutelare diritto cronaca, serve valutazione approfondita Cda

Roma, 11 dic. (Apcom) – L’uso di attori per la cronaca di un evento non è impedito da nessuna normativa. Michele Santoro, autore e conduttore di Annozero, commenta così la lettera ai direttori di reti e testate nella quale il Dg Mauro Masi chiede lo stop sulle doc-fiction e i televoti.

“Mentre esistono chiare normative che impediscono l’uso del televoto o dei sondaggi su vicende giudiziarie non ci risulta che vi siano leggi, sentenze o regolamenti di qualsivoglia autorità  che impediscano di fare cronaca giudiziaria con l’uso di attori.
Siamo convinti di questo – sottolinea Santoro – così come siamo convinti che sia necessario tutelare il diritto di cronaca, la libertà  di espressione e la creatività  di ogni trasmissione. Riteniamo quindi che la questione non si possa risolvere emanando una circolare – conclude – ma che sia compito del cda della Rai fare una valutazione approfondita. Per quanto ci riguarda, pur essendo già  pronti a soddisfare con altri mezzi il bisogno di informazione del pubblico, siamo a disposizione per fornire tutti gli elementi utili a prendere la decisione migliore”.

Red/Mdr

111452 dic 09

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi