TLC: STOP INGANNI SU LOGHI E SUONERIE,ARRIVA CODICE CONDOTTA

TLC: STOP INGANNI SU LOGHI E SUONERIE,ARRIVA CODICE CONDOTTA
FIRMATO DA OPERATORI E FORNITORI CONTENUTI, SCATTA A FEBBRAIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 DIC – Stop agli inganni per chi acquista contenuti multimediali, in particolare loghi e suonerie, per i telefoni cellulari. Dopo le mega multe dell’Antitrust, che in tre anni ha comminato sanzioni per oltre 9 milioni di euro, operatori telefonici e fornitori di contenuti hanno firmato – secondo quanto apprende l’ANSA – un codice di condotta che impedirà  pratiche commerciali scorrette e pubblicità  ingannevole. L’intesa avrà  un occhio particolarmente attento nei riguardi degli adolescenti, grandi utilizzatori di questi servizi che in molti casi ‘prosciugano’ la carta pre-pagata in un batter d’occhio. Il codice di condotta, fortemente voluto Telecom Italia, Vodafone, Wind e H3g, che non erogano i servizi in prima persona, ma offrono solo il ‘veicolo’ attraverso cui i content provider vendono i contenuti, entrerà  in vigore il primo febbraio e detta regole ferree sulla comunicazione pubblicitaria, sull’attivazione e la disattivazione dei servizi in abbonamento, sul servizio di assistenza.(ANSA).
FP/ R64 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci