PROCESSO MEDIASET: DA 18/1 ESAME IMPUTATI,PROTESTE DIFESA PREMIER

PROCESSO MEDIASET: DA 18/1 ESAME IMPUTATI,PROTESTE DIFESA PREMIER
(AGI) – Milano, 14 dic. – Comincera’ il 18 gennaio l’esame degli imputati, tra i quali figura anche Silvio Berlusconi, al processo sui presunti fondi neri creati da Mediaset. E’ la decisione dei giudici della prima sezione penale del Tribunale di Milano che hanno scelto di non aspettare la risposta delle autorita’ di Montecarlo in relazione alla rogatoria internazionale riavviata il 16 novembre scorso dopo che era stata annullata quella precedente dalla Corte d’appello monegasca, in quanto svolta senza le garanzie previste dalla legge del Principato. Resta un punto interrogativo sulla presenza del premier. Filippo Dinacci, uno dei legali di Berlusconi, interrogato in merito dal presidente Edoardo D’Avossa, ha detto: “Noi eccepiamo l’ordinanza perche’ l’inversione nell’ordine dell’assunzione delle prove viola i diritti della difesa”. Le difese di tutti gli imputati avevano sostenuto infatti la necessita’ di attendere l’esito della rogatoria a Monaco dove devono essere sentiti cinque testimoni, prima di cominciare l’esame degli imputati. Ma il collegio ha spiegato che e’ necessario effettuare subito l’esame perche’ “le date di espletazione della rogatoria sono incerte e questo non e’ compatibile con il principio della ragionevole durata del processo”. Il pm Fabio De Pasquale aveva proposto ai giudici di congelare eventualmente il decorso della prescrizione. I difensori avevano replicato attraverso le parole di Piero Longo legale di Berlusconi: “Non si puo’ far pagare agli imputati un errore fatto da altri. Il codice non lo si puo’ interpretare come si vuole nemmeno a Milano”. (AGI) Cli/Car

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi