GIORNALISTI: NOEMI-NATALIE, COLPA DELLA STAMPA?CONVEGNO UNCI

GIORNALISTI: NOEMI-NATALIE, COLPA DELLA STAMPA?CONVEGNO UNCI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 15 DIC – Le vicende di Noemi e di Natalie hanno segnato una nuova fase dello scontro tra il potere e l’informazione, accusata di aver rovistato nella vita privata dei personaggi coinvolti alla ricerca non della verità , ma di tesi precostituite con le quali colpire questo o quel personaggio. Il tema sarà  al centro del dibattito organizzato dalle 21 di venerdì 18 dicembre al Teatro Nuovo di Ferrara dall’Unione Nazionale Cronisti Italiani d’intesa con Fnsi, Ordine dei giornalisti, Associazione stampa e Ordine dei giornalisti dell’Emilia Romagna, per difendere le buone ragioni della stampa. “Mentre le notizie legate a Noemi e Natalie si rincorrevano su giornali e televisioni – continua l’Unci -, si è cercato ancora una volta di sostenere che la libertà  di stampa viene utilizzata a fini politici e di parte. Ed ha fatto un altro passo avanti il proposito di imporre nuove leggi, prima tra tutte il ddl Alfano sulle intercettazioni, per ridurre il diritto dei cittadini ad essere informati e ostacolare il dovere dei giornalisti di farlo con correttezza, tempestività  e correttezza. Dietro le notizie non c’é però alcun complotto ma solo l’esercizio del diritto-dovere di cronaca. I cronisti i fatti e i misfatti non li inventano, ma riferiscono ciò che emerge dalle indagini. Non sono stati certo i cronisti a inventare le frequentazioni con minorenni, escort e trans. L’informazione costituisce, sia pure con qualche deformazione, lo specchio della società  che descrive: il problema è che si cerca di impedire che la realtà  sia portata a conoscenza dei cittadini”. Al dibattito, coordinato da Guido Columba presidente dell’Unci, e aperto dal vicesindaco di Ferrara Massimo Maisto e dal rettore dell’Università  Patrizio Bianchi, partecipano il professor Giulio Vigevani docente di diritto della comunicazione all’Università  di Milano, il professor Gianluca Gardini, dell’Università  di Ferrara, docente di diritto dell’informazione, il presidente dell’Associazione Magistrati Luca Palamara, gli avvocati Fabio Anselmo, legale delle famiglie Cucchi e Aldrovandi, e Carlo Melzi d’Eril, esperto di diritto dei media. Per il giornalismo intervengono Lorenzo Del Boca presidente dell’Ord ine dei giornalisti, Roberto Natale presidente della Fnsi, Vittorio Roidi già  presidente della Fnsi e segretario dell’Ordine. (ANSA).
STF/ S0A S57 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo