- Prima Comunicazione - https://www.primaonline.it -

Leader nel 2010

“Grazie al digitale e ai multiplex il cinema può diventare strategico per molti marchi, il mezzo ideale per chi vuole fare comunicazione integrata”. Lo afferma Duccio Langs, presidente della concessionaria di pubblicità  Opus Proclama. Opus Proclama, che festeggia i suoi 60 anni di attività  nel 2010, gestisce la pubblicità  sugli schermi e nei foyer di oltre 590 sale cinematografiche, tra cui quelle del circuito The Space Cinema, la nuova società  che concentra le attività  di Warner Village Cinemas e di Medusa Cinema. In totale queste sale rappresentano circa il 42% del pubblico che va al cinema e il 60% di quello che fruisce dei multiplex.
“Siamo l’unico mezzo classico”, prosegue il manager, “che può interagire fisicamente con il proprio pubblico ed è un vantaggio che vogliamo sfruttare. Alla pubblicità  trasmessa in sala si possono sommare, coordinandole, operazioni di promozione, eventi, affissioni; e poi si possono collocare e attivare ‘totem’ multimediali, programmare spot in 3d, fare guerrilla marketing”.
Langs si dichiara fiducioso sul futuro immediato della pubblicità  al cinema: “Attualmente rappresenta lo 0,5% dell’investimento totale sui mezzi, ma siamo convinti che nell’arco di poco tempo si possa tornare ad attrarre prima lo 0,7 e poi almeno l’1% della spesa in comunicazione. Sembra tanto, ma in realtà  si tratta del risultato che si faceva stabilmente e tranquillamente ancora negli anni Novanta”.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 401 – dicembre 2009