da vice direttore di ‘Style’ a direttore di ‘Io Donna’

Anche se è una che nel lavoro non si tira mai indietro, è facile crederle quando dice che questa volta qualche brivido ce l’ha, visto che non è semplice prendere un giornale dalle mani di quello che ne è stato il primo e unico direttore, andare a dirigere il periodico più importante del gruppo e tenere le redini di una redazione di oltre 40 giornalisti, quasi tutti più vecchi di te. Perché Diamante D’Alessio, direttore di Io Donna da inizio gennaio, ha solo 40 anni, e anche se ne ha già  passati venti a fare la giornalista a ritmo molto serrato l’impresa sarà  impegnativa.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 401 – dicembre 2009

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

In Italia nel 2020 l’e-commerce ha superato i 30 miliardi di volume d’affari. Bain & Company: Trend inarrestabile

In Italia nel 2020 l’e-commerce ha superato i 30 miliardi di volume d’affari. Bain & Company: Trend inarrestabile

Nasce il sindacato dei lavoratori di Google, il primo nella Silicon Valley. Il Nyt: una rarità nell’industria hi-tech

Nasce il sindacato dei lavoratori di Google, il primo nella Silicon Valley. Il Nyt: una rarità nell’industria hi-tech

L’Istituto nazionale di fisica nucleare guida un progetto digitale della Ue in difesa del patrimonio culturale europeo

L’Istituto nazionale di fisica nucleare guida un progetto digitale della Ue in difesa del patrimonio culturale europeo