MICROSOFT: FA PACE CON UE,OGNUNO SCEGLIERA’ SUO BROWSER/ANSA

MICROSOFT: FA PACE CON UE,OGNUNO SCEGLIERA’ SUO BROWSER/ANSA
ANTITRUST SODDISFATTO, ADDIO A MONOPOLIO DI INTERNET EXPLORER
BRUXELLES
(di Chiara De Felice) (ANSA) – BRUXELLES, 16 DIC – Addio al monopolio di Internet Explorer (IE). Da oggi Microsoft s’impegna a lasciare liberi gli utenti di Windows di scegliere il proprio browser web: soddisfatto l’antitrust Ue, che per ora chiude qui, almeno fino a nuova infrazione, la lunga e costosa guerra con il colosso di Redmond. “Oggi chiudiamo l’indagine e con essa un importantissimo capitolo della storia Ue-Microsoft”, ha detto il commissario alla Concorrenza, Neelie Kroes. La guerra dei browser (i sistemi per navigare in rete) è scoppiata perché la vendita collegata di Internet Explorer con il sistema operativo Windows ha avuto per effetto quello di equipaggiare con il browser di Microsoft il 90% dei pc del mondo. Creando in pratica uno standard, l’azienda fondata da Bill Gates ha di fatto manipolato lo sviluppo del web, perché “molti contenuti internet sono pensati per IE; è come se al supermercato ci fosse sugli scaffali solo una marca di shampoo e le altre fossero nascoste in magazzino”, ha detto oggi la Kroes. Bruxelles, nel 2008, aveva quindi chiesto a Microsoft di proporre una soluzione che aprisse il mercato anche agli altri concorrenti, evitando così una nuova sanzione record dopo la stangata di 899 milioni di euro del febbraio 2008 e la multa da 497 milioni del 2004, tutte inflitte per abuso di posizione dominante. In base agli impegni vincolanti presi con la Commissione Ue e validi cinque anni, Microsoft dovrà  ora equipaggiare, già  da marzo 2010, i pc che utilizzano Windows con una finestra che consentirà  di scegliere tra diversi browser. Si chiamerà  ‘Choise Screen’ e comparirà  su tutti i pc che utilizzano i sistemi operativi Windows XP, Vista o Windows 7, grazie agli aggiornamenti automatici previsti dai sistemi. Quindi anche i vecchi utenti, cioé quelli che hanno già  un pc con Internet Explorer installato di default, avranno la possibilità  di scegliere tra Firefox di Mozilla, Chrome di Google, Safari di Apple e Opera (per citare i più diffusi) e avranno due opzioni: ‘maggiori informazioni’ o ‘installa’. E se ne potrà  anche installare più di uno. Ai produttori di pc la Microsoft consentirà  addirittura di scegliere se disinstallare del tutto IE prima di mettere in vendita i pc o se affiancargli altri concorrenti. Soddisfatti Google, Mozilla e gli altri, che sperano di riguadagnare terreno visto che oggi la maggior parte delle applicazioni on line come Facebook, Twitter e YouTube sono ottimizzate per IE. Oltre all’apertura sui browser, Microsoft ha anche fatto progressi nel capitolo interoperabilità  dei sistemi: presto renderà  pubbliche una serie di informazioni che consentiranno ai software dei suoi concorrenti di dialogare con Windows, così come aveva chiesto Bruxelles.(ANSA).
KXN/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi