TV: BARBARESCHI “NON STARO’ A GUARDARE MENTRE SI UCCIDE AUDIOVISIVO”

TV: BARBARESCHI “NON STARO’ A GUARDARE MENTRE SI UCCIDE AUDIOVISIVO”

ROMA (ITALPRESS) – “In commissioni riunite sara’ esaminato giovedi’ lo schema di decreto di recepimento della normativa europea sui servizi di media audiovisivi: i tagli che il decreto propone e l’introduzione di limiti alla pubblicita’, al product placement, qualora approvati, sarebbero, per la nostra impresa produttiva e per tutto l’indotto un vero e proprio cataclisma. E io non voglio restare a guardare””. E’ quanto si legge in una nota di Luca Barbareschi (Pdl), vice presidente Commissione Trasporti e Comunicazione che aggiunge: “Proprio per scongiurare il peggio, domani, assieme al presidente dell’Apt Fabiano Fabiani, avro’ un incontro con i sindacati rappresentativi del settore, anche al fine di concordare una strategia di intervento che ci consenta di modificare lo schema di decreto che ci verra’ proposto in commissione”.
“Uno strano Paese il nostro: nel 2010 invece che annunciare iniziative che creino opportunita’, fissiamo limiti e burocratizziamo ulteriormente un asset che vale ogni anno milioni di euro e da’ lavoro a centinaia di migliaia di addetti.”- aggiunge il Vicepresidente della Commissione Trasporti – “Mi battero’ strenuamente affinche’ questo decreto sia modificato perche’ gia’ troppo sofferente e’ il settore, proprio a causa di una ottusa gestione della materia audiovisiva lasciata in balia delle onde di un fondo unico delle spettacolo capace solamente di creare figli e figliastri. C’e’ il rischio che non si comprenda appieno l’utilita’ strategica di investire sull’audiovisivo e che quindi si lasci morire definitivamente la piu’ estesa azienda culturale del nostro Paese” – conclude Barbareschi.
(ITALPRESS).
mgg/com 12-Gen-10 18:34

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Scende il valore del sistema media rispetto al 2013. Big lontani dal limite

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Cairo Communication: nei nove mesi ricavi in calo a 185,7 milioni di euro. Previsto Mol in sostanziale pareggio per La7 a fine anno

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro

Banzai: nei 9 mesi del 2015 i ricavi salgano a 152 milioni; la perdita cresce a 6,5 milioni di euro