Internet/ Portavoce ministro cinese: Nostro è un Paese libero

Condividi

Internet/ Portavoce ministro cinese: Nostro è un Paese libero
Replica alle proteste di Google per la censura sulle ricerche

Roma, 15 gen. (Ap) – “L’Internet cinese è aperta”. Jiang Yu, un portavoce del ministro degli esteri cinese, ha replicato così alle pressioni di Google affinchè il governo di Pechino tolga la censura e i controlli sulle ricerche compiute dai navigatori cinesi. La tensione tra il colosso americano e il governo cinese, comunque, non si placa, anche se dopo gli ultimi contatti la vertenza sembra trovare una composizione. “Siamo ottimisti”, ha detto infatti Scott Rubin, portavoce di Google, rispondendo a chi gli ha chiesto se ci sono possibilità  che un giorno in Cina si possano ottenere risultati di ricerca senza censure.