TV: DECRETO;CARLUCCI (PDL),GIUSTI LIMITI A PRODUCT PLACEMENT

TV: DECRETO;CARLUCCI (PDL),GIUSTI LIMITI A PRODUCT PLACEMENT
ROMA
(ANSA) – ROMA, 15 GEN – “Sul product placement il governo ha soltanto posto delle giuste limitazioni per tutelare gli utenti”: a sottolinearlo è Gabriella Carlucci (Pdl), a proposito di alcune delle norme contenute nel cosiddetto decreto Romani per le quali esprime “convinto sostegno”. “Il decreto che recepisce la direttiva europea sui servizi di media audiovisivi – spiega Carlucci in una nota – consente infatti l’inserimento di prodotti in alcune categorie di programmi, ad esclusione di quelli destinati ai bambini. Inoltre sono escluse dal cosiddetto product placement sigarette, prodotti a base di tabacco, medicinali e cure che necessitano di prescrizione”. “La nuova normativa – continua l’esponente del Pdl – stabilisce inoltre che la responsabilità  e l’indipendenza editoriale del fornitore dei servizi dei media non venga compromessa o condizionata in alcun modo e che in caso di programmi commissionati dal fornitore di servizi l’utente sia adeguatamente informato. Questi paletti, posti a salvaguardia dell’utente finale, sono delle ulteriori garanzie che non compromettono l’inserimento di prodotti nei programmi televisivi e per questo incontrano il nostro convinto sostegno”. (ANSA).
COM-MAJ/ S0A QBX

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo