INVESTITI 11,5 MLN DA REGIONE VDA PER PASSAGGIO TV DIGITALE

Condividi

INVESTITI 11,5 MLN DA REGIONE VDA PER PASSAGGIO TV DIGITALE
(NOTIZIARIO ECONOMIA E LAVORO VALLE D’AOSTA)
AOSTA
(ANSA) – AOSTA, 16 GEN – In Valle d’Aosta, per il passaggio dalla televisione analogica alle trasmissioni in digitale terrestre, sono stati investiti oltre 11,5 milioni di euro, di cui oltre 600 mila per organizzazione di eventi informativi, di comunicazione e di assistenza ai cittadini. Lo conferma il presidente della Regione, Augusto Rollandin. “La Regione autonoma Valle d’Aosta – spiega Rollandin – ha fornito la sua collaborazione sul progetto ministeriale di introduzione della televisione digitale terrestre su tutto il territorio regionale a partire dal 2005, a seguito della sottoscrizione di un protocollo d’intesa con il Ministero delle comunicazioni e l’associazione italiana per lo sviluppo del digitale terrestre Dgtvi”. Le spese sostenute, intese come spese liquidate alla data del 31 dicembre 2009, ammontano a 626.010 euro e hanno riguardato una serie di attività , principalmente i servizi di supporto al cittadino, tramite l’attivazione del Call Center regionale e l’invio gratuito di un tecnico a domicilio, oltre che i servizi di comunicazione istituzionale. Per quanto riguarda invece i piani complessivi di investimento relativi alle attività  di adeguamento, smantellamento, sostituzione, gestione e manutenzione delle infrastrutture di radio telecomunicazione (“attività  che sono state impostate in occasione dell’introduzione del segnale televisivo digitale”, puntualizza Rollandin), l’amministrazione regionale ha previsto degli investimenti pluriennali che saranno realizzati nei prossimi anni. “Infine – aggiunge Rollandin – per quanto attiene il contributo per l’acquisto del decoder, esso è interamente erogato dal Ministero dello sviluppo Economico direttamente ai rivenditori autorizzati, i quali applicano uno sconto alla cassa di pari importo sul prezzo di vendita del decoder. L’Amministrazione regionale non ha dunque sostenuto alcuna spesa in questi anni affinché i cittadini valdostani, in regola con il pagamento del Canone TV, senza limiti di reddito o di età  (come invece succede in altre regioni), potessero beneficiare del contributo”. Il presidente conclude: “Con gli interventi definiti nel piano straordinario 2009 possono considerarsi risolutive le attività  di adeguamento, smantellamento e sostituzione delle infrastrutture di proprietà  dell’amministrazione pubblica – Regione ed enti locali – a supporto della trasmissione del segnale televisivo digitale”. (ANSA).
YU9-XGR/ S0A S41 QBKA