CINEMA: CINA SI DIFENDE, NON E’ POLITICO BLOCCO DI AVATAR

Condividi

EST:CINEMA
2010-01-20 05:57
CINEMA: CINA SI DIFENDE, NON E’ POLITICO BLOCCO DI AVATAR
PECHINO
(ANSA) – PECHINO, 20 GEN – La Cina ha negato oggi di aver voluto ridimensionare il successo del film di fantascienza Avatar per favorire una pellicola cinese sul filosofo Confucio, che sarà  nelle sale a partire dal prossimo fine settimana. “Se un film continua o no – ha dichiarato un funzionario della State Administration of Radio, Film and Television (Sarft) – è una decisione basata sul comportamento del mercato, ed il governo non interferisce”. Il funzionario ha ricordato che a partire da venerdì prossimo saranno sospese solo le proiezioni di Avatar in due dimensioni (2D), mentre quelle sugli schermi tridimensionali (3D), che si devono guardare con degli speciali occhiali, proseguiranno. Avatar viene attualmente proiettato in circa 1.600 sale 2D e 700 sale 3D. La saga di James Cameron ha incassato più di 500 milioni di yuan, un record per la Cina. Il funzionario della Sarft ha sottolineato che la versione del film in 3D è quella che sta avendo maggiore successo. Proprietari di sale cinematografiche hanno affermato che, se la versione in 2D di Avatar non fosse stata ritirata dal distributore cinese, l’avrebbero lasciata nelle sale per altre due o tre settimane. (ANSA).
NT/ S0B S91 ST2 QBXB