Telecom I.: la frode delle sim fantasma (Stampa)

Condividi

21 Jan 2010 08:40 CEST Telecom I.: la frode delle sim fantasma (Stampa)

ROMA (MF-DJ)–Cinque milioni e mezzo di schede sim di Telecom I. a fine 2008 erano fuorilegge. Su 28 mln di carte prepagate (e altre 6,7 mln in abbonamento), una su cinque violava il codice delle comunicazioni elettroniche, che prescrive di rilevare i dati personali – carta d’identita’ e codice fiscale – dell’acquirente di una sim telefonica.

Lo scrive “La Stampa” spiegando che si trattava di una vera e propria truffa messa in atto da rivenditori e manager con l’implicazione che le schede potessero venire utilizzate per scopi illeciti, perche’ non associate al vero proprietario come prescrive la legge.

Il 31 marzo scorso e’ stato avviato il controllo sistematico di tutte le schede irregolari. “Un lavoro immane” lo definisce l’a.d. Franco Bernabe’. La conclusione e’ arrivata solo pochi giorni fa: 4,5 mln di schede cancellate, mezzo milione alle quali e’ stata inibita la ricarica e un milione circa quelle regolarizzate.

“Adesso siamo assolutamente tranquilli”, assicura Bernabe’ intervistato dal quotidiano, “in questa vicenda siamo parte lesa e il danno piu’ grave, per noi, e’ quello causato da una politica commerciale del passato sbagliata nelle forme e negli obiettivi che ha portato i singoli a truffare l’azienda, cercando scorciatoie e truffando invece di lavorare sodo per competere sul mercato”.

Questo ha portato a rivedere tutte le procedure, il sistema di controllo e alla decapitazione della struttura commerciale riferisce il manager. Telecom I. ha inoltre disdetto i contratti con un migliaio di rivenditori e fatto decine di denunce. I danni ammontano ad alcune decine di mln. red/gug