Il ‘D’ di Guarinelli arriva il 13 febbraio

Condividi

Più comunicativo, più generoso, più morbido, più flessibile: una manciata di aggettivi per raccontare in sintesi come D la Repubblica delle Donne cambierà  dal 13 febbraio, un cambiamento, spiega il direttore Cristina Guarinelli, che darà  un tono diverso al giornale senza toccarne l’identità . A occuparsi del progetto grafico è Joel Berg, da sempre art director del settimanale. Guarinelli ha deciso di arricchire le rubriche, introducendone in apertura dello sfoglio tre “ironiche e un po’ imprevedibili”. Rimangono il gusto del reportage e l’attenzione anche ai temi internazionali, senza eccessi terzomondisti ma con l’impegno giornalistico che è nel dna del magazine femminile di Repubblica.

L’articolo è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 402 – gennaio 2010