DE FRATELLO:CODACONS,IN TV UNA PAROLACCIA OGNI 20 MINUTI

GRANDE FRATELLO:CODACONS,IN TV UNA PAROLACCIA OGNI 20 MINUTI
(AGI) – Roma, 26 gen. – Come espressamente richiesto dal Codacons, ieri al Grande Fratello e’ stata decisa l’eliminazione del concorrente Massimo Scattarella, responsabile della bestemmia che ha suscitato le proteste di molti telespettatori. “Come avvenuto nelle precedenti edizioni, anche stavolta siamo stati costretti a intervenire e sollecitare la giusta espulsione di un concorrente del GF – spiega il Presidente Codacons, Carlo Rienzi – Ma tale episodio, unito all’infinita’ di parolacce pronunciate all’interno del reality, dimostra come la nostra televisione stia peggiorando, grazie a trasmissioni sempre piu’ basate sul turpiloquio e sulle risse verbali”. “Non c’e’ solo la bestemmia del Gf – prosegue Rienzi – ma esistono numerosi programmi televisivi che, pur di alzare l’audience, fomentano liti e risse verbali, generando un linguaggio televisivo sempre piu’ volgare e allineato verso il basso. La singola parolaccia in tv puo’ scappare e in determinati contesti puo’ passare anche inosservata, ma oramai la degenerazione e’ tale che sulle reti televisive italiane un telespettatore e’ costretto a sentire una parolaccia ogni 20 minuti e un insulto addirittura ogni 8 minuti. Un record negativo che dovrebbe far riflettere gli autori delle varie trasmissioni”. Mld

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi