APPLE: LE GRANDI INNOVAZIONI DEL MARCHIO DELLA MELA/ANSA

POL:APPLE
2010-01-27 18:00
APPLE: LE GRANDI INNOVAZIONI DEL MARCHIO DELLA MELA/ANSA
DAL PRIMO PC AL TABLET, MOLTI PRIMATI E QUALCHE INSUCCESSO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 27 GEN – Scelte spesso coraggiose e al di fuori degli schemi hanno fruttato alla Apple in questi ultimi 30 anni e più una serie di di primati e qualche insuccesso, che però ha avuto comunque un impatto sul mondo dell’informatica. Dal primo personal computer, al primo pc con interfaccia grafica e mouse, passando per il lettore di musica e video e il telefonino con schermo tattile, fino al pc-tavoletta che presenta oggi, la casa della Mela ha realizzato prodotti che altri hanno spesso cercato di imitare, basati su una ‘filosofia’, trasportata recentemente dal mondo dei computer a quello dell’elettronica di consumo e della telefonia mobile, che vede la facilità  d’uso e l’utente in generale al centro di tutto. Ecco una breve carrellata di queste innovazioni. – HOME COMPUTER: l’Apple II viene considerato il primo personal computer, dotato com’era di una uscita video che permetteva di collegarlo a un televisore o a un monitor, quest’ultimo opzionale come i suoi due floppy disk. Dell’Apple II, nei 16 anni in cui è stato prodotto nelle varie versioni, un record ineguagliato e ineguagliabile, ne sono stati venduti milioni. – PC CON WINDOWS E MOUSE: una platea entusiasta di azionisti accolse il 24 gennaio del 1984 la presentazione del Macintosh, il primo pc con interfaccia grafica “per il resto di tutti noi”. Il Macintosh 128K usava per la prima volta il mouse, congegno inventato nel 1968 dal pioniere informatico Douglas Engelbart, per “navigare” graficamente sul piccolo schermo in bianco e nero, incastonato nel mobiletto del computer che ospitava anche il floppy. Quest’ultimo era di serie, per la prima volta, da tre pollici e mezzo. Apple sarà  anche la prima a dismettere i floppy disc, divenuti obsoleti, nel 1997. – IL PALMARE: Newton è stato il primo palmare con riconoscimento della scrittura ed è stato anche un grande flop. Troppo in anticipo sui tempi, nel 1993, servì però a lanciare la categoria e aprì la strada ai Palm e Pocket Pc. – IL PC ‘COLORATO’: Con il ritorno di Steve Jobs alla Apple, dopo un decennio di stasi innovativa Apple lanciò il primo pc “a colori”. L’iMac, invece del solito box color crema o bianco – da allora in poi abbandonato quasi da tutti-, aveva un rivestimento blu trasparente attraverso il quale si potevano vedere i circuiti del computer. In quell’occasione Apple scelse anche di adottare la connessione USB per tutte le periferiche. L’iBook, il primo portatile Apple, è stato invece il primo con il wireless e il trackpad, che usava il ‘dito come mouse’. – IL LETTORE DI MUSICA: l’iPod è sicuramente il ‘player’ di maggior successo degli ultimi anni. Di fatto mandò in pensione il Walkman. Dal 2001 ha contribuito a creare un mercato e uno standard di distribuzione. Alle canzoni si sono poi aggiunti i video. Nella sua ultima versione, l’iPod Touch, è anche un lettore di libri elettronici e una console per videogiochi. – IL NEGOZIO ONLINE: all’inizio degli anni duemila, la Apple ha aperto una catena di negozi in tutto il mondo, per vendere direttamente i propri prodotti, e nel 2003, come naturale prosecuzione, per così dire ha aperto ‘bottega’ anche su Internet, utilizzando come base il suo popolare programma per l’ordinamento e la gestione dei file musicali, iTunes. L’iTunes Music Store si è poi dotato di un App Store, per la vendita on line di applicazioni, video e libri elettronici e, pochi giorni fa, ha superato la soglia dei tre miliardi di download. Il Music Store e l’App Store sono stati i primi nel loro genere e hanno aperto la strada a tutto un ecostistema, fatto anche di servizi. – IL TELEFONINO TATTILE: primo telefono cellulare-palmare multimediale con schermo multi-tocco, l’iPhone ha segnato la discesa in campo di Apple, nel 2008, in un nuovo settore, quello della telefonia, così come aveva già  fatto con l’iPod nell’elettronica di consumo. Grazie all’iPhone, Apple può vantare un primato nel mercato dei telefonini intelligenti che tutti cercano di insidiare. Pensato anche per Internet, ha funzionalità  iPod, ed ha contribuito a lanciare il mercato dei libri elettronici (che da 10 anni stentava a partire) insieme a Kindle, e quello dei videogiochi mobile. In questi settori, il suo successo si può misurare anche dal fatto che esiste una versione “Kindle for iPhone” (per leggere quel formato) e che sono sempre di più i giochi anche in versione ipod/phone.(ANSA).
VC/ S04 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)