Apc-Par condicio/ Stampa romana aderisce a protesta davanti alla Rai

Apc-Par condicio/ Stampa romana aderisce a protesta davanti alla Rai
“No all’ennesimo bavaglio”

Roma, 2 mar. (Apcom) – L`Associazione stampa romana aderisce alla manifestazione indetta da Fnsi e Usigrai, questa sera alle 20 davanti alla sede Rai di via Teulada, per protestare contro l’applicazione del regolamento che impedisce la trasmissione dei talk show politici fino alle regionali di fine marzo.

L`Asr condivide “la ferma opposizione alla decisione del Cda dell`azienda che, interpretando in senso restrittivo il regolamento della commissione di Vigilanza, vieta la messa in onda delle trasmissioni di informazione durante la campagna elettorale per le regionali. Si tratta di un inaccettabile violazione della libertà  di informazione e una violenta coercizione del diritto dei cittadini a essere informati”.

“L`opinione dei cittadini, fondamentale perché possano esercitare liberamente il loro diritto di voto, si deve formare – sottolinea Stampa romana – nell`assoluto rispetto di tutte le opinioni e sensibilità , ma l`unica garanzia che ciò avvenga passa per un`informazione libera e pluralista”. L`Asr invita “colleghi e cittadini a manifestare contro l`ennesimo bavaglio che si vuole imporre all`informazione”.

Red/Pol

021533 mar 10

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo