CINA: RSF DENUNCIA CENSURA SU GIORNALI E TV

CINA: RSF DENUNCIA CENSURA SU GIORNALI E TV
PECHINO
(ANSA) – PECHINO, 9 MAR – I giornalisti cinesi che hanno pubblicato un editoriale sulla riforma del sistema dei certificati di residenza (hukou in cinese) sono stati minacciati di “punizioni” dalle autorità , secondo l’ organizzazione Reporter Senza Frontiere (Rsf). L’ editoriale è stato pubblicato da 13 giornali cinesi alla vigilia dell’ apertura dei lavori dell’ Assemblea Nazionale del Popolo (Npc), riunita in questi giorni a Pechino. In un comunicato diffuso oggi Rsf afferma che “iniziare un dibattito sull’ hukou…é una cosa molto postiva…ma, come al solito, il Dipartimento di Propaganda del Partito Comunista Cinese ha reagito con la censura e la repressione”. “Chiediamo al premier Wen Jiabao e al presidente del Npc Wu Bangguo di ordinare la fine di tutte le iniziative di censura…”, aggiunge Rsf. L’ organizzazione sottolinea che l’ editoriale è stato rimosso dai i siti web di tutti i giornali, incluso l’ organo del Pcc, il Quotidiano del Popolo, “poche ore” dopo essere stato pubblicato. Nel comunicato, Rsf cita altri recenti casi di censura tra cui la cancellazione del un serial televisivo di successo “Un posto per vivere”, nel quale si parla delle difficoltà  dei giovani di trovare un’ abitazione.(ANSA).
NT/ ST2 S0B S91 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi