AGCOM: INTERCETTAZIONI; NAPOLI (PDL), DEMOCRAZIA A RISCHIO

Condividi

AGCOM: INTERCETTAZIONI; NAPOLI (PDL), DEMOCRAZIA A RISCHIO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 12 MAR – “E’ in giorni come questo che si avverte la mancanza dello spirito sulfureo e leggero di Ennio Flaiano. Chissà  come avrebbe sentenziato sul pm di Trani che indaga sui tassi usurai patiti da un anonimo disgraziato e così, tanto per gradire, finisce con l’intercettare il solito presidente del Consiglio che attenta alla libertà  di stampa e alla democrazia in combutta con i soliti noti?”, dice Osvaldo Napoli (Pdl) sulle intercettazioni pubblicate dal quotidiano ‘Il Fatto?’. Secondo il parlamentare “la democrazia è a rischio”. “Davvero magistrati come il pm di Trani – aggiunge – pensano di trasformare l’Italia nel paese dei campanelli dove metter la sveglia al collo a ciascuno di noi? L’ineffabile vice presidente del Csm per quanto ancora potrà  arrampicarsi sugli specchi difendendo l’indifendibile, e cioé la favola secondo cui la magistratura non è politicizzata, agisce con scrupolo e al di sopra delle parti? Concordo con un’affermazione del questurino Di Pietro: la democrazia è a rischio. Ma per le ragioni opposte a quelle che immaginano lui e la moltitudine dei suoi discepoli nel Pd i cui parlamentari agiscono ormai come cancellieri di Di Pietro-manette”.
SN/ S44 S0A QBXB