GOOGLE: RISPETTI LE REGOLE ANCHE SE LASCIA, PECHINO

Condividi

GOOGLE: RISPETTI LE REGOLE ANCHE SE LASCIA, PECHINO
PECHINO
(ANSA) – PECHINO, 16 MAR – Google, la società  informatica americana che ha minacciato di lasciare la Cina lamentandosi della censura e degli attacchi informatici, dovrà  “rispettare le regole” anche se deciderà  di uscire dal mercato cinese. Lo ha affermato oggi un portavoce del governo di Pechino. “Quando è entrata in Cina nel 2007 Google si è chiaramente impegnata a rispettare le leggi cinesi”, ha sostenuto il portavoce del ministero del commercio Yao Jian in una conferenza stampa nella capitale. “Ci auguriamo che sia nel caso decida di continuare ad operare che in quello che faccia altre scelte (Google) rispetti le regole legali”. La legge cinese prevede che un’impresa straniera che intende abbandonare le sue operazioni nel Paese avverta della sua decisione il ministero del commercio. Google, proprietaria di uno dei “motori di ricerca” più popolari tra gli utenti di Internet, ha denunciato gli attacchi subiti dai conti di posta elettronica di alcuni dei suoi clienti cinesi. Gli attacchi erano rivolti contro dissidenti e provenivano dalla Cina, secondo Google. La compagnia ha allora dichiarato di non essere più disposta ad usare i “filtri” imposti dalla censura cinese che impediscono l’ accesso ai siti considerati scomodi o pericolosi da Pechino tra cui quello di video YouTube e le reti di “comunicazione sociale” come Twitter e Facebook. Le discussioni, che sono ancora in corso, tra rappresentanti di Google e il governo cinese non hanno fino ad ora prodotto un accordo.(ANSA).
NT/ NIE S0B S91 QBXB