RAI-AGCOM: CAPEZZONE, CONTRO PREMIER C’E’ REGIA INQUIETANTE

RAI-AGCOM: CAPEZZONE, CONTRO PREMIER C’E’ REGIA INQUIETANTE
MA ITALIANI HANNO CAPITO TUTTO E NON SI FARANNO INGANNARE
ROMA
(ANSA) – ROMA, 16 MAR – “Gli italiani hanno capito tutto. C’è una sorta di regia inquietante e tacita dietro i fatti di queste settimane, che vede convergere (senza bisogno di intese o di patti: basta un ‘idem sentire’ ideologico, con in più il cemento dell’odio contro Berlusconi) segmenti di mondo editoriale, di mondo politico e di mondo giudiziario”. Lo afferma in una nota il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone, osservano che sono arrivate “prima le intercettazioni selvagge e a tappeto, all’inseguimento di qualunque cosa possa direttamente o indirettamente riguardare Silvio Berlusconi; poi la diffusione illegale delle stesse intercettazioni da parte dei ben noti giornali del circuito dell’odio; poi le dichiarazioni vittimistiche di Santoro e compagnia; poi il tentativo dei soliti Bersani e Di Pietro di passare all’incasso; poi il Csm che se la prende con gli ispettori (anziché colpire le talpe)…E intanto si consuma così la campagna elettorale, con la maggioranza scelta democraticamente dagli italiani tenuta sotto assedio mediatico e giudiziario. Ma gli elettori – conclude – hanno capito tutto, e non si faranno ingannare”.(ANSA).
PDA/ S44 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Freccero: il ritorno in Rai di Grillo? Sarebbe la prova che il servizio pubblico è una tv indipendente. Oltre a lui mi piacerebbe rivedere anche Benigni, Celentano e Fiorello

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi

Il Pd contro Ciao Darwin: casting torinese riservato a razzisti ed omofobi