EDITORIA: PANORAMA, SETTIMANALE CON IMMAGINI IN MOVIMENTO

Condividi

EDITORIA: PANORAMA, SETTIMANALE CON IMMAGINI IN MOVIMENTO
ROMA
(ANSA) – ROMA, 19 MAR – Panorama abbatte il muro che separa carta stampata e nuovi media e porta in edicola il V.I.P. (acronimo di Video In Print), il ‘video sulla carta’, il rivoluzionario sistema che permette ai lettori di visualizzare i contenuti video attraverso un mini-schermo collocato fra le pagine del giornale. Il numero di Panorama in edicola la prossima settimana, venerdì 26 marzo, annuncia una nota, pubblicherà  infatti uno speciale inserto di quattro pagine che contiene un mini-schermo LCD da 3,5 pollici dello spessore di 3 millimetri, ad alta definizione di immagini e audio, dove sono visualizzabili cinque canali dotati di altrettanti contenuti video. Cadono così le barriere tra il racconto scritto dei fatti e le immagini in movimento, un confine che prima della rivoluzione digitale sembrava impossibile superare. Dopo una fase sperimentale, Panorama è il primo newsmagazine al mondo a distribuire il V.I.P. in edicola. Il settimanale Mondadori diretto da Giorgio Mulé assume dunque il ruolo di protagonista e guida del cambiamento radicale che sta attraversando il mondo dell’editoria. L’inserto V.I.P. sarà  nelle edicole con una tiratura limitata di 10 mila copie allo stesso prezzo di copertina di 3,00 euro, distribuite in punti vendita selezionati e individuabili grazie a un packaging ad hoc. Il V.I.P. è in grado di visualizzare fino a 45 minuti di contenuti, offre la possibilità  agli utenti di scaricare ulteriori aggiornamenti ed è dotato di una batteria con un’autonomia di circa 80 minuti, ma ricaricabile attraverso un collegamento usb. Dopo l’introduzione del codice QR e della “realtà  aumentata” (AR), Panorama prosegue nello sperimentare nuove strade che integrano la carta stampata con le nuove tecnologie digitali. Oltre agli articoli tradizionali, alle inchieste, ai reportage e alle interviste, i confini del giornale si ampliano e spezzano la superficie bidimensionale della carta, finendo per abbracciare così le più diverse piattaforme: dal mobile a internet, dalla possibilità  di scaricare contenuti alla straordinaria esperienza di guardare un video direttamente dalla pagina stampata. (ANSA).
SN/ S0A QBXB