Siamo pronti

Condividi

Mai si era vista una tale fibrillazione come da quando sono atterrate sulla scena televisiva italiana la miriade di offerte digitali gratuite e a pagamento, satellitari e digitali terrestri, e il teleutente ha preso a navigare onnivoro e curioso nella cornucopia dei canali.
Certo è che il nuovo mercato, molto più frantumato di quello analogico, provoca qualche ansia tra i grandi operatori, con Rai, Mediaset e Sky che si preparano ad affrontare gli effetti del secondo turno forzato degli spegnimenti che quest’anno porteranno il digitale nel 70% delle famiglie.
Mediaset è uno dei grandi protagonisti di questa nuova era, con le sue due reti pregiate Canale 5 e Italia 1 che escono più penalizzate dal trend in corso, e una politica aggressiva sul digitale a pagamento con Premium. Si parla del lancio   nel 2010 di nuovi canali digitali e di iniziative su Internet. Per saperne di più abbiamo incontrato Marco Giordani, 48 anni, consigliere d’amministrazione Mediaset, chief financial officer del Gruppo e responsabile Business development. Dal 2007 è anche amministratore delegato di Rti con la responsabilità  dell’attività  pay tv, Internet e new media.

L’articolo integrale è sul mensile ‘Prima Comunicazione’ n. 404 – marzo 2010