AFGHANISTAN: LIBERATO GIORNALISTA IN CARCERE PER BLASFEMIA

AFGHANISTAN: LIBERATO GIORNALISTA IN CARCERE PER BLASFEMIA
KABUL
(ANSA) – KABUL, 22 MAR – Un giornalista afghano, condannato a 20 anni di carcere dopo essere stato riconosciuto colpevole di blasfemia, è stato rimesso in libertà  dopo essere stato dietro le sbarre per due anni e mezzo. Los crive oggi l’agenzia di stampa afghana Pajhwok. Ghaus Zalmay, che pubblicò una versione in lingua Dari del Corano senza il testo a fronte in Arabo, e con numerosi errori di interpretazione, ha detto che il suo rilascio si deve ad un atto di clemenza firmato dal presidente afghano Hamid Karzai. La versione in Dari fu fatta da un traduttore e fu rivista da un leader religioso a Kabul prima che Zalmay procedesse alla stampa e alla diffusione nel paese. Ma varie istituzioni islamiche e lo stesso ministero dell’Hajj (Pellegrinaggio alla Mecca) afghano criticarono la pubblicazione, promuovendo il processo e la pesante condanna. Le stesse che ora hanno approvato l’atto di clemenza del capo dello Stato considerando che il tempo passato in carcere è stato più che sufficiente per il reato commesso. (ANSA).
SAL/ S91 ST2 S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Il presidente iraniano Rohani: statue coperte? E’ solo un caso giornalistico

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Padre Ciro Benedettini lascia la vicedirezione della sala stampa vaticana dopo 22 anni di servizio

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi

Convocata per le 14:30 di oggi un’assemblea del Cdr di Rainews con Usigrai e Fnsi