GIORNALISTI: UNESCO, AUMENTA NUMERO UCCISI, 125 IN 2008-2009

GIORNALISTI: UNESCO, AUMENTA NUMERO UCCISI, 125 IN 2008-2009
PARIGI
(ANSA) – PARIGI, 24 MAR – Tra il 2008 ed il 2009, 125 giornalisti sono stati uccisi in 27 Paesi del mondo, un po’ di più rispetto al periodo 2006-2007, quando erano stati 122. I dati sono stati resi noti oggi dall’Unesco. Nella classifica dei paesi più pericolosi per i cronisti, stilata dall’agenzia Onu, in testa si piazzano le Filippine, con 37 omicidi. Un dato in netta crescita, spiega l’Unesco in un documento, a causa dell’uccisione di 31 giornalisti il 23 novembre 2009 durante un attacco armato nell’isola di Mindanao, nel sud dell’arcipelago, legato a rivalità  politiche. Al secondo posto si colloca l’Iraq, dove il numero di giornalisti uccisi è calato da 62 per il 2006-2007 a 15 nel 2008-2009, mentre al terzo si trova il Messico. Qui 11 giornalisti sono stati uccisi nel 2008-2009, sette in più rispetto al 2006-2007. Segue la Somalia, teatro di scontri tra governo e gruppi dissidenti islamici, con 9 giornalisti uccisi nell’ultimo anno. Lo studio dell’Unesco mostra inoltre che più del 60% delle morti di giornalisti nel mondo non si registra nei Paesi in guerra, ma in quelli dove è diventato particolarmente pericoloso portare avanti inchieste giornalistiche e pubblicare informazioni delicate. (ANSA).
Y3K-Z13/ ST1 S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo