INTERNET: ASTE AL RIBASSO, SEQUESTRATI 6 SITI DA GDF

INTERNET: ASTE AL RIBASSO, SEQUESTRATI 6 SITI DA GDF (2)
MILANO
(ANSA) – MILANO, 25 MAR – L’inchiesta, nella quale dovrebbero essere indagate una ventina tra persone fisiche e giuridiche, ha consentito di far luce su un fenomeno di recente e rapida diffusione su internet. Si tratta di mettere all’asta on line premi come auto, cellulari, navigatori satellitari e così via, e il vincitore risulta essere chi effettua l’unica offerta più bassa tra quelle presentate dai vari partecipanti. Chi partecipa, per ogni puntata effettuata, deve pagare una piccola somma, in genere 2 euro. Tutto ciò, però, secondo l’accusa, sarebbe una vera e propria lotteria per la quale mancano le previste autorizzazioni da parte delle autorità  competenti. Inoltre, secondo quanto ipotizzato dall’inchiesta, sono stati accertati alcuni episodi di truffa in quanto alcuni utenti hanno giocato e vinto l’asta senza poi ricevere il premio. Le Fiamme Gialle, oltre a effettuare le perquisizione e a sequestrare i sei siti, hanno raccolto parecchia documentazione anche per calcolare il reale volume d’affari delle persone accusate di truffa e di esercizio abusivo di attività  di gioco o scommessa. (ANSA).
BRU/MEA S42 S0B QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)