BERLUSCONI CHIEDE DIMISSIONI, MA FINI AVANTI PER MIA STRADA

BERLUSCONI CHIEDE DIMISSIONI, MA FINI AVANTI PER MIA STRADA
(AGI) – Roma, 22 apr. – “Che fai mi cacci?” “ci devo pensare…”. Il botta e risposta tra Gianfranco Fini e Silvio Berlusconi e’ stato oggetto dell’incontro che il Presidente della Camera ha avuto con i suoi esponenti a lui vicini. La terza carica dello Stato ha ricostruito l’accaduto: “Non ha risposto a nessuna delle questioni. La verita’ e’ che ha dimostrato ancora una volta insofferenza, ora restiamo tranquilli e andiamo avanti aspettando gli eventi”. Dunque l’ex leader di An di lasciare la presidenza della Camera non ci pensa proprio. Non faro’ questo favore…, ha spiegato a un europarlamentare. I finiani hanno deciso di non intervenire nel dibattito alla direzione nazionale proprio per non dare adito ad ulteriori strumentalizzazioni. “La verita’ – sottolinea Donato Lamorte, per 16 anni capo della segreteria di Fini – e’ che oggi Berlusconi con il suo attacco ha riconosciuto che c’e’ una opposizione interna”. (AGI) Gil/Msc

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo