Internet/ Google abbandona Windows: si passa a Linux o a Mac OS

Internet/ Google abbandona Windows: si passa a Linux o a Mac OS

Sistema operativo Microsoft viene ritenuto poco sicuro da Google

Roma, 1 giu. (Apcom) – Google dà  il benservito a Windows, il sistema operativo di Microsoft, che resta il più diffuso al mondo ma secondo il gigante delle ricerche internet accusa problemi di sicurezza. Sarebbe stato proprio sfruttando falle di Windows, secondo il gruppo, che alcuni mesi fa presunti pirati informatici, o hacker, cinesi sarebbero riusciti a penetrare nei sistemi di Google nel paese. Una operazione clamorosa, che aveva avuto alta visibilità  mediatica ma da allora, riporta oggi il Financial Times, Google ha emesso una direttiva interna che impone a tutti i suoi dipendenti di abbandonare l’uso di Windows.

I dipendenti di Google possono equipaggiare i loro personal computer con sistemi operativi basati su Linux, oppure passare a computer della Apple, che utilizzano il sistema operativo Mac OS della stessa casa. “Linux è un sistema open source e ci fa sentire al sicuro – spiega un interno di Google – di Microsoft non ci sentiamo così sicuri”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando

Le dirette video di Facebook disponibili a tutti gli utenti. In Italia le stanno già sperimentando