SANTORO: SI METTANO IN RETE STIPENDI RAI

Condividi

SANTORO: SI METTANO IN RETE STIPENDI RAI
(AGI) – Roma, 7 giu. – “A chi e’ appassionato soltanto dei miei guadagni e non di quelli di altri della Rai, dico che e’ giusto che le retribuzioni vengano rese pubbliche e messe in rete”. Lo ha detto Michele Santoro nel corso della lunga conferenza stampa che sta tenendo a Viale Mazzini, riferendosi cosi’ alle notizie circolate nelle scorse settimane sui contenuti di un possibile accordo tra lui e l’azienda. “I nostri stipendi non sono tutelati dalla privacy, e’ una balla quando vi dicono che non possono essere svelati i compensi, sono invece di interesse pubblico come ha detto anche il garante della privacy, e chiedo a Garimberti, e lo ricordo al ministro Brunetta, di renderli pubblici e cosi’ ne vedremo di belle”. Santoro ha anche detto: “io soldi della Rai non ne ho mai presi se non in una giusta proporzione, e in verita’ neanche tanta, rispetto ai soldi che io e il mio gruppo di lavoro abbiamo portato nelle casse di questa azienda. Ho lasciato Mediaset dove avevo un contratto a tempo indeterminato e dove guadagnavo piu’ del doppio che in Rai, ebbene da 11 anni a questa parte sono rimasto fermo nei compensi”. Infine, “il merito va premiato, va pagato”. (AGI) vic/zeb