APPLE: JOBS, PRIORITA’ ASSOLUTA ALLE STRUTTURE MOBILI / ANSA

POL:APPLE
2010-06-08 10:00
APPLE: JOBS, PRIORITA’ ASSOLUTA ALLE STRUTTURE MOBILI / ANSA
NUMERO UNO COLOSSO CUPERTINO PUNTA SU SCOMPARSA PC FISSI
SAN FRANCISCO
(dell’inviato Emanuele Riccardi) (ANSA) – SAN FRANCISCO, 8 GIU – Mossa azzardata secondo alcuni, intuizione geniale secondo altri. Con il nuovo iPhone4 e soprattutto con il nuovo sistema operativo iOS4 destinato alle strutture mobili della Apple, il numero uno della Casa di Cupertino, Steve Jobs, punta ad un futuro senza pc fisso o quasi, ormai percepito come un dinosauro in via di estinzione, privilegiando i nuovi dispositivi mobili, come gli smartphone e i tablet, dall’iPhone all’iPod Touch, passando per l’iPad. Nella sua (lunga) presentazione delle novità , lunedì a San Francisco, Jobs si è concentrato quasi esclusivamente sul nuovo iPhone, quello di quarta generazione, con un nuovo design, un nuovo schermo Retina ad alta definizione, nuove funzioni tra cui il multitasking e la possibilità  di chattare con audio e video, una telecamera di 5 milioni di pixel e la facoltà  di montare i filmati ad alta definizione. Forse per la prima volta in occasioni di questo tipo, la casa di Cupertino non ha presentato altre novità . Si parlava della nuova versione del browser Safari (vero, ma Jobs non ne ha accennato nel suo ‘keynote’), di una nuova Apple Tv, il dispositivo per portare musica e cinema in salotto; di nuovi computer desktop, visto che la linea MacPro ha ormai qualche anno di età . Niente. Anche l’iPad, uscito appena due mesi fa, con vendite strepitose, è sembrato quasi vecchio accanto al nuovo iPhone che ne ha ripreso alcune delle novità , migliorandole. In realtà  non è proprio così visto che gli sguardi si rivolgono ora proprio sul tablet della Apple. In autunno è atteso l’iOS4, con il multitasking, per l’iPad, destinato a diventare, almeno agli occhi di Jobs, il nuovo sistema operativo di riferimento: leggero, poco costoso, molto veloce e dai consumi decisamente bassi. Le migliaia di persone presenti lunedì al Moscone West di San Francisco hanno iniziato a sognare, pensando all’iPad del futuro, atteso all’inizio dell’anno prossimo (o chissà  forsecper Natale). Cioé un iPad dai consumi ancora più bassi e ancora più veloce, ma soprattutto munito di telecamerina, con il suo programma di montaggio iMovie, e lo schermo “da paurà  con 326 pixel a pollice, più di quanto l’occhio umano possa percepire. Con l’iPad, Jobs ha innanzi tutto risolto due dei problemi più fastidiosi dei pc: l’accensione particolarmente lenta, anche svariati minuti, e la durata della batteria, che nei laptop tradizionali raramente supera le due ore effettive. Ora la missione è costruire il computerino del futuro. Che la Apple desiderasse concentrarsi sui dispositivi portatili, lo stesso Jobs lo aveva detto con chiarezza la scorsa settimana alla conferenza D organizzata nei pressi di Los Angeles dal Wall Street Journal, suscitando le perplessità del numero uno della Micrososft, Steve Ballmer. Ora l’uomo di Cupertino è passato ai fatti, ed il nuovo nemico non è più il colosso di Redmond, ma quello di Mountain View, Google, il suo sempre più aspro concorrente sul fronte dei dispositivi mobili con il suo sistema operativo Android, a cui viene attribuita una fetta significativa del mercato futuro. Ha fatto infine scalpore, alla fine del mese scorso, la notizia secondo cui la Apple vale ormai più della Microsoft, almeno in base ai valori di Borsa. Lo stesso Jobs aveva definito “ridicola” qualsiasi interpretazione, ma c’é chi sostiene che il mercato ha ancora una volta semplicemente anticipato i fatti. (ANSA).
RL/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Mai parlato con Niel della partecipazione di Iliad in Telecom, dice De Puyfontaine. E su Mediaset: per ora nessuna collaborazione, ma in futuro…

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Vivendi acquista un ulteriore 0,86% di azioni Telecom. Jp Morgan limita la sua partecipazione al 9,9%

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci

Tiscali: dimissioni per il Cda e il collegio sindacale al termine del processo di fusione con Aria. Convocata per il 16 febbraio l’assemblea dei soci