Intercettazioni/ Capezzone: Giornalisti non facciano le vittime

Condividi

Intercettazioni/ Capezzone: Giornalisti non facciano le vittime
Mai viste ‘lenzuolate’ sui giornali stranieri

Roma, 10 giu. (Apcom) – “Ogni giorno, da molti anni, seguo direttamente la stampa straniera, in particolare quella inglese e americana: mai, mai, mai mi è capitato di imbattermi in ‘lenzuolate’ di intercettazioni”. Lo afferma in una nota il portavoce del Pdl, Daniele Capezzone.

“La Fnsi – prosegue – dovrebbe spiegare come mai solo in Italia ci sia, da anni, una pubblicazione extra o contra legem di conversazioni private, non di rado con plateali violazioni del segreto istruttorio, e certo travolgendo il principio costituzionale della riservatezza delle comunicazioni (ma la Costituzione è difesa da certuni solo ‘a targhe alterne’)”.

“Allora, anziché fare le vittime – conclude Capezzone – i signori della Fnsi dovrebbero avere l’onestà  intellettuale di dire che la mobilitazione che hanno preannunciato è un’azione politica, un atto che li pone sulla linea di una delle forze di opposizione che attaccano questa maggioranza. Nè più né meno. Tutto qui”.