TLC: PER CGUE CONTRIBUTO DECODER DDT AIUTO STATO, DEVE ESSERE RECUPERATO

Condividi

TLC: PER CGUE CONTRIBUTO DECODER DDT AIUTO STATO, DEVE ESSERE RECUPERATO

ROMA (ITALPRESS) – La Corte di Giustizia Ue ha respinto in toto il ricorso presentato da Mediaset contro la decisione della Commissione che nel 2007 aveva qualificato il contributo pubblico di 150 euro per il digitale terrestre, previsto nella Finanziaria 2004, come aiuto di Stato a favore delle emittenti digitali terrestri che offrivano servizi di televisione a pagamento, in particolare servizi “pay per view”, nonche’ di operatori via cavo fornitori di servizi televisivi digitali a pagamento.
In primo luogo, il Tribunale conferma che la misura consentiva alle emittenti digitali terrestri e agli operatori via cavo, fra cui la Mediaset, di godere di un vantaggio rispetto alle emittenti satellitari. In secondo luogo, il Tribunale ritiene che la misura, i cui beneficiari diretti erano i consumatori finali, abbia implicato un vantaggio indiretto per gli operatori del mercato della televisione digitale, quali Mediaset. In terzo luogo, il Tribunale ritiene che il carattere selettivo della misura abbia prodotto una distorsione della concorrenza tra emittenti digitali terrestri e emittenti satellitari. In ogni caso, anche ammesso che la misura fosse necessaria e proporzionata per rimediare alle disfunzioni del mercato, resta il fatto che tale circostanza non avrebbe potuto giustificare l’esclusione delle emittenti satellitari dal beneficio. Pertanto, un operatore economico diligente avrebbe dovuto sapere non solo che la misura non era neutra dal punto di vista tecnologico, ma anche che essa non era stata notificata alla Commissione e non era stata autorizzata.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
ads/com 15-Giu-10 10:20
TLC: PER CGUE CONTRIBUTO DECODER DDT AIUTO STATO, DEVE ESSERE…-2-

Il Tribunale rammenta che nessuna norma impone che la Commissione, all’atto di ordinare la restituzione di un aiuto dichiarato incompatibile con il mercato comune, determini l’importo esatto da restituire. Il recupero di un aiuto dichiarato incompatibile con il mercato comune dev’essere effettuato secondo le modalita’ previste dal diritto nazionale e spettera’ al giudice nazionale, laddove venga adito, pronunciarsi sull’importo dell’aiuto.
(ITALPRESS).
ads/com 15-Giu-10 10:20