RAI: ZAVOLI, NON E’ STATO PRIVILEGIO CONCEDERE A MASI PREMESSA

Condividi

RAI: ZAVOLI, NON E’ STATO PRIVILEGIO CONCEDERE A MASI PREMESSA
(AGI) – Roma, 15 giu. – Non e’ stato un privilegio concesso al direttore generale della Rai Mauro Masi quello di dedicare la prima parte dell’audizione in commissione di Vigilanza a una lunga premessa-esposizione, per poi proseguire domani con l’abituale domanda e risposta. Lo ha tenuto a precisare il presidente della Commissione, Sergio Zavoli, chiudendo i lavori di oggi. “Signor Direttore, non le e’ stato offerto un privilegio: questa sua irrituale, lunga premessa servira’ da supporto per qualsivoglia domanda le si vorra’ rivolgere, domani, alle 14,00, nella seconda fase della sua audizione. L’appuntamento, formalmente inteso, rimane quello di domani, quando dovra’ rispondere alle domande dei Commissari”. Se lo vorra’, Masi potra’ farvi partecipare “i suoi autorevoli collaboratori (gia’ oggi c’erano i vice direttori generali Lorenza Lei e Giancarlo Leone, ndr), la Commissione non ha alcuna riserva in proposito”. E quanto Masi ha oggi anticipato “rappresentera’ solo una parte dell’audizione vera e propria, non potendo oggi veder esauriti i suoi e nostri argomenti. Non ci fa velo, in proposito, la sua da poco rivendicata educazione barnabitica (riferendosi al periodo di studi giovanili del Dg di viale Mazzini, ndr), che non ha, se non ermeneuticamente, uno stretto valore evangelico! Avra’, dunque, la nostra dovuta, laica capacita’ di ascolto”. (AGI) Vic