IPAD: WSJ, RIM STA TESTANDO UN ‘BLACKBERRY TABLET’

IPAD: WSJ, RIM STA TESTANDO UN ‘BLACKBERRY TABLET’
ROMA
(ANSA) – ROMA, 15 GIU – Un modello di tablet e un nuovo BlackBerry che competano al meglio con gli ultimi gadget Apple, l’iPad e il nuovo iPhone. E’ su questo che si stanno concentrando gli sforzi di Research In Motion (RIM), secondo alcune indiscrezioni pubblicate dall’edizione on line del Wall Street Journal. Secondo il quotidiano economico, che cita fonti ‘vicine’ a RIM, la compagnia canadese sta testando un nuovo modello di smartphone touch-screen con tastiera estraibile, basato sul nuovo sistema operativo BlackBerry e con una versione rinnovata del browser, che promette funzioni e prestazioni simili a quelle dell’iPhone. Il nuovo telefonino ‘intelligente’ dovrebbe anche avere una barra di ricerca ‘universale’ che consente agli utenti di accedere a tutti i dati memorizzati sul telefono, così come alle informazioni on line. Altri test sono in corso su un dispositivo tablet, ancora in una fase iniziale, che lavorerà  ‘in simbiosi’ con il BlackBerry per quanto riguarda la connessione a internet. Sul mercato, secondo le fonti del Wsj, potrebbe arrivare già  entro la fine dell’anno, ma da RIM non c’é per ora nessuna conferma ufficiale a queste indiscrezioni. Per quanto riguarda il telefono col nuovo sistema operativo, i dirigenti di RIM hanno fatto sapere che comincerà  ad approdare sui mercati entro settembre. Secondo gli ultimi dati di Strategy Analytics, RIM è la casa che vende più smartphone in tutto il mondo dopo Nokia, con una fetta del mercato globale del 19%. Nel Nord America, però, la sua quota è in calo, dinanzi all’avanzata di Apple e dei terminali basati su Android.(ANSA).
Y14-VC/ S0A QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Il 5% dei giovani è dipendente dall’uso dei social network. Secondo una charity britannica le piattaforme più note possono contribuire ad alimentare disturbi mentali (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)

Più di 30 milioni gli italiani online nel mese di febbraio, connessi principalmente da mobile. I dati Audiweb (INFOGRAFICHE)