VIDEOGIOCHI: E3, L’INDUSTRIA GUARDA AI NON GIOCATORI

Condividi

VIDEOGIOCHI: E3, L’INDUSTRIA GUARDA AI NON GIOCATORI
SONY E MICROSOFT INSEGUONO NINTENDO,GIOCHEREMO TUTTI CON I GESTI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 16 GIU – Comandi gestuali e i cosiddetti ‘casual game’, cioé i videogiochi semplici, adatti a tutti. E’ questa la linea per il futuro dell’industria videoludica tracciata all’Electronic Entertainment Expo, la più grande fiera del settore in corso a Las Vegas. Una strada in cui ha fatto da apripista Nintendo, e che ora vede Sony e Microsoft all’inseguimento. Nel tentativo di dare nuovo slancio al mercato, che non ha superato indenne la crisi, la soluzione sembra essere quella di ampliare il bacino d’utenza, dai videogiocatori giovani ed esperti a, potenzialmente, tutta la popolazione. Su questo poggia il successo di Nintendo, che grazie ai suoi strumenti di controllo senza fili ha portato persone di ogni età  a giocare a tennis, boxare e fare ginnastica davanti alla tv. Diventando, va da sé, leader incontrastato delle vendite. In questo solco si inseriscono i nuovi annunci di Microsoft e Sony. L’azienda di Redmond ha alzato il velo su Kinect, il sistema che permette di comandare i videogame attraverso i movimenti del corpo, senza bisogno di tenere joystick e telecomandi in mano. Sarà  sugli scaffali statunitensi a novembre, pronta a candidarsi come regalo natalizio, e successivamente sugli altri mercati. Diversa la scelta di Sony, che all’Expo ha presentato Move. Il telecomando, abbinato a una telecamera, si trasforma in racchetta per giocare a ping pong o in spada per scendere nell’arena dei gladiatori. Per il debutto la casa nipponica non ha però scelto il mercato domestico, né gli Stati Uniti, che sono mercato di riferimento dell’industria. I primi a impugnare il nuovo gadget saranno, a settembre, gli europei, clientela di riguardo per l’azienda. Dei 37,5 milioni di PlayStation 3 vendute finora, oltre 15 milioni sono state acquistate nel Vecchio Continente, un mercato che Sony intende privilegiare, anche perché, a differenza degli Usa, qui la compagnia vende più di Microsoft con la sua Xbox. “La strategia chiave per la PlayStation 3 in Europa è continuare a dominare su Xbox e agganciare la Wii di Nintendo”, ha spiegato oggi Sony. Un obiettivo che, combattendo ad armi pari con i rivali, potrebbe non essere irraggiungibile. (ANSA).
Y89-VC/ S04 S0B QBXB