INTERCETTAZIONI: PIZZETTI,TENSIONE LIBERTA’ STAMPA E PRIVACY

Condividi

INTERCETTAZIONI: PIZZETTI,TENSIONE LIBERTA’ STAMPA E PRIVACY
FIRENZE
(ANSA) – FIRENZE, 18 GIU – “Tra libertà  di stampa e diritto alla riservatezza c’é una tensione inevitabile”. Lo ha detto il Garante della privacy, Francesco Pizzetti – a margine di un convegno a Firenze, in Palazzo Vecchio, dedicato al costituzionalista Paolo Barile – rispondendo alle domande dei giornalisti sul ddl sulle intercettazioni. “Se la stampa – ha osservato Pizzetti – dà  una informazione che non ha interesse pubblico, ovviamente il cursore si sposta verso la riservatezza: se invece c’é un interesse pubblico a conoscere, se il fatto è rilevante e se riguarda una persona pubblica, il cursore si sposta tutto verso la libertà  di stampa: proprio per questo di deve giudicare caso per caso”. In merito alle intercettazioni, per il Garante “se con un intervento legislativo, rispetto a uno strumento di indagine che il legislatore affida ai giudici la possibilità  di usare, si dice a priori e in via generale che il contenuto di questo strumento, quindi il carattere informativo, non può mai essere diffuso, si sposta in via preventiva e totalmente il cursore in favore della riservatezza: è una scelta molto impegnativa”. “E’ diverso – ha concluso Pizzetti – l’aspetto che riguarda l’attività  dei giudici” ai quali si chiede di “proteggere le informazioni di cui vengono a conoscenza per l’attività  di giustizia”. (ANSA).
Y6G-CG/ S57 S0A QBXB