TELECOM: SSC; NO DEI SINDACATI AD ESUBERI E RIORGANIZZAZIONE

Condividi

TELECOM: SSC; NO DEI SINDACATI AD ESUBERI E RIORGANIZZAZIONE
MILANO
(ANSA) – MILANO, 18 GIU – I sindacati bocciano i progetti di riorganizzazione delle attività  informatiche di Telecom e il piano industriale di Ssc, la società  di servizi informatici del gruppo, al cui interno sono previsti anche 646 esuberi. E’ quanto emerge da una nota congiunta di Slc-Cgil, Fistel-Cisl in cui i tre sindacati “esprimono un giudizio fortemente negativo sulle strategie aziendali sul versante informaticò”. Nell’incontro avuto ieri con l’amministratore delegato di Ssc, Stefano Gigli, nel corso del quale il piano è stato illustrato, “la delegazione sindacale ha ribadito la contrarietà  all’operazione di cessione del ramo It Operations in Ssc e la necessità  di una integrazione completa dell’informatica all’interno del perimetro Telecom Italia” in quanto, secondo il sindacato, tale soluzione assicurerebbe “una maggiore efficienza dei processi e la connessa riduzione dei costi”. I sindacati “esprimono un giudizio fortemente negativo sulle strategie aziendali sul versante informatico” e criticano “le iniziative unilaterali per eventuali reimpieghi in ambito Telecom” di una parte degli esuberi annunciati in quanto “penalizzanti per i lavoratori e caratterizzate da condizioni capestro, sulle quali il sindacato esprime il suo più totale dissenso”. “Il numero degli esuberi dichiarati, che si somma a quelli di Telecom Italia, completa il quadro di una situazione estremamente difficile – conclude la nota – e per la quale il sindacato ha già  annunciato la mobilitazione di tutti i lavoratori del gruppo per il 9 luglio prossimo”.(ANSA).
ALG/ R64 S42 S0A QBXB