MANOVRA: EMENDAMENTO BIPARTISAN PER RIFORMA EDITORIA

Condividi

MANOVRA: EMENDAMENTO BIPARTISAN PER RIFORMA EDITORIA
PROPOSTO ANCHE RIPRISTINO RISORSE EMITTENTI LOCALI
ROMA
(ANSA) – ROMA, 21 GIU – Stand-by per tutte le novità  approvate dal governo e dal Parlamento sull’editoria fino al 2012 e contestualmente impegno per l’Esecutivo a presentare entro sei mesi dall’entrata in vigore della legge un ddl di “riforma dei contributi all’editoria”: è quanto prevede un emendamento bipartisan alla manovra all’esame del Senato. La proposta è a firma dei senatori del Pd Vincenzo Vita e Luigi Lusi e del senatore del Pdl Alessio Butti. L’emendamento propone anche che a decorrere dai contributi per l’anno 2010 “fermo restando i tetti previsti” l’importo massimo “spettante alle imprese editrici di quotidiani non può superare l’importo di 250 mila euro per ogni giornalista e 85 mila euro per ogni poligrafico regolarmente assunti con contratto a tempo pieno e indeterminato in media annua”. Sono numerose le proposte che intervengono comunque sul settore e tra queste, sempre a firma Butti, ve ne sono alcune che puntano a ripristinare almeno parzialmente i fondi per le emittenti locali. “Con il decreto milleproroghe – si legge infatti nelle motivazioni – è stato inferto l’ennesimo durissimo colpo alle emittenti locali”. (ANSA).
SCA/ S0A QBXB