TV: BERLUSCONI “TUTTI MI DAVANO DEL MATTO E PREVEDEVANO MIA ROVINA”

Condividi

TV: BERLUSCONI “TUTTI MI DAVANO DEL MATTO E PREVEDEVANO MIA ROVINA”
22/06/2010 – 13:02 – POLITICA

TV: BERLUSCONI “TUTTI MI DAVANO DEL MATTO E PREVEDEVANO MIA ROVINA”

ROMA (ITALPRESS) – “Nei primi anni 80 tutti i maggiori editori italiani avevano tentato l’esperienza della televisione, e si erano dovuti ritirare precipitosamente. Io ero convinto che la tv commerciale fosse il futuro dell’intrattenimento e della comunicazione in Italia. Tutti mi dicevano che era una follia, che mi avrebbe condotto alla rovina. Dieci anni dopo mi avrebbero di nuovo dato del matto e avrebbero di nuovo profetizzato la mia rovina quando annunciai la mia discesa in campo in politica. Ma in entrambi i casi ho avuto ragione io”. Lo ha detto Silvio Berlusconi in una intervista che sara’ pubblicata da settimanale “Oggi” in edicola da domani.
Sulla prima moglie, Carla Dall’Oglio, Berlusconi ha detto a “Oggi”: “È stata, ed e’, una grande mamma e una gran signora. Si e’ comportata sempre con ammirevole riservatezza. La stimo molto, ed e’ stata, ripeto, per i miei figli la madre migliore possibile.
Le nostre strade si sono divise da molti anni, ma non c’e’ stato, da allora, un solo momento nel quale non si sia comportata con una discrezione esemplare, restando sempre vicina ai nostri figli con grande dedizione e generosita’”.
(ITALPRESS) – (SEGUE).
gca/com 22-Giu-10 13:02
TV: BERLUSCONI “TUTTI MI DAVANO DEL MATTO E PREVEDEVANO MIA ROVINA”-2-
22/06/2010 – 13:02 – POLITICA

TV: BERLUSCONI “TUTTI MI DAVANO DEL MATTO E PREVEDEVANO MIA ROVINA”-2-

Su Veronica e i figli Silvio Berlusconi ha detto: “Rispetto a quello con Carla, il divorzio da Veronica e’ stato per me piu’ doloroso. Alcuni passaggi della vicenda mi hanno anche ferito, ma non voglio piu’ ritornarci sopra. La cosa piu’ importante e’ l’affetto che i nostri tre figli continuano a portare a entrambi i genitori, confermando cosi’ di avere ricevuto un’ottima educazione e di essere dotati di grande equilibrio. Il gruppo che ho fondato comprende una serie di attivita’ molto diversificate, e sono certo che strada facendo Barbara, Eleonora e Luigi potranno inserirsi e trovare una collocazione attiva, di responsabilita’ vera e di piena soddisfazione, come e’ gia’ stato per Marina e Pier Silvio.
In questo, penso di essere un padre giusto ed equanime”.
(ITALPRESS).
gca/com 22-Giu-10 1