EDITORIA: MORTO ALCESTE SANTINI, STORICO VATICANISTA UNITA’

EDITORIA: MORTO ALCESTE SANTINI, STORICO VATICANISTA UNITA’
CONTRIBUI’ A TESSERE RAPPORTI TRA PCI E S.SEDE
CITTA’ DEL VATICANO
(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 27 GIU – E’ morto ieri sera a Roma, all’età  di 83 anni, Alceste Santini, storico vaticanista dell’Unità  ai tempi della Guerra Fredda, quando oltre al suo lavoro di giornalista contribuì, insieme all’allora Segretario di Stato vaticano, card. Agostino Casaroli, a tessere i rapporti tra la Santa Sede e il Partito comunista italiano. Santini aveva esordito nella sua attività  giornalistica con il “Il Paese” e “Paese Sera”. Poi, per decenni, aveva seguito, sempre con grande rispetto e puntualità , le questioni religiose e in particolare il pontificato di Giovanni Paolo II. Attualmente era collaboratore ed editorialista del ‘Mattino’. Era stato anche fondatore e direttore della rivista “Religioni oggi/Dialogo”, in collegamento con la rivista “Neues Forum/Dialog” di Vienna, con lo scopo di favorire un confronto tra mondi politico-culturali diversi per contribuire, negli anni dei blocchi e del gelo tra Est e Ovest al superamento di un’Europa divisa in due sfere di influenza. Dopo la caduta dei muri nel 1989-1991, Santini ha promosso iniziative culturali incentrate sulla “Geografia del dialogo”, sui temi della giustizia e della pace. Al suo attivo una quindicina di libri, tutti di argomento religioso. Gli ultimi dedicati ai due ultimi pontefici: “L’eredità  di papa Wojtyla”, “Giovanni Paolo II e i viaggi nel mondo, in cammino per la pace” e “Benedetto XVI e le sfide del XXI secolo: laicità , pluralismo, relativismo, scienza”, pubblicato da Utet. I funerali si svolgeranno nella natia Tagliacozzo, in Abruzzo.(ANSA).
PIN/ S0A S91 S43 QBXB
EDITORIA:MORTO ALCESTE SANTINI,STORICO VATICANISTA UNITA’
++RIPETIZIONE CON TESTO CORRETTO ALL’OTTAVA RIGA+++
CITTA’ DEL VATICANO
(ANSA) – CITTA’ DEL VATICANO, 27 GIU – E’ morto ieri sera a Roma, all’età  di 83 anni, Alceste Santini, storico vaticanista dell’Unità  ai tempi della Guerra Fredda, quando oltre al suo lavoro di giornalista contribuì, insieme all’allora Segretario di Stato vaticano, card. Agostino Casaroli, a tessere i rapporti tra la Santa Sede e il Partito comunista italiano. Santini aveva esordito nella sua attività  giornalistica con il “Il Paese” e “Paese Sera”. Poi, per decenni all’Unità , aveva seguito, sempre con grande rispetto e puntualità , le questioni religiose e in particolare il pontificato di Giovanni Paolo II. Attualmente era collaboratore ed editorialista del ‘Mattino’. Era stato anche fondatore e direttore della rivista “Religioni oggi/Dialogo”, in collegamento con la rivista “Neues Forum/Dialog” di Vienna, con lo scopo di favorire un confronto tra mondi politico-culturali diversi per contribuire, negli anni dei blocchi e del gelo tra Est e Ovest al superamento di un’Europa divisa in due sfere di influenza. Dopo la caduta dei muri nel 1989-1991, Santini ha promosso iniziative culturali incentrate sulla “Geografia del dialogo”, sui temi della giustizia e della pace. Al suo attivo una quindicina di libri, tutti di argomento religioso. Gli ultimi dedicati ai due ultimi pontefici: “L’eredità  di papa Wojtyla”, “Giovanni Paolo II e i viaggi nel mondo, in cammino per la pace” e “Benedetto XVI e le sfide del XXI secolo: laicità , pluralismo, relativismo, scienza”, pubblicato da Utet. I funerali si svolgeranno nella natia Tagliacozzo, in Abruzzo.
PIN/PIN S0A S91 S43 QBXB

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedIn

Articoli correlati

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

Report Audiweb Week con i dati su audience online degli editori dal 10 al 16 febbraio

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La pubblicità sulla stampa ancora giù, – 8,7%, nei primi cinque mesi dell’anno. Fcp: quotidiani -10,2%, settimanali -4,3%, mensili – 7,2% (TABELLA)

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo

La Regione Lazio presenta le azioni per l’editoria. Zingaretti: obiettivo ridare dignità al settore, sostenendolo