Sky Italia: Mockridge; con Mediaset niente guerra, ma concorrenza (FT)

Condividi

29 Jun 2010 08:51 CEDT Sky Italia: Mockridge; con Mediaset niente guerra, ma concorrenza (FT)

ROMA (MF-DJ)–Visto che la Nuova Zelanda ha contribuito a far fuori l’Italia dai Mondiali del Sudafrica, e’ meglio che Tom Mockridge, a.d. di Sky Italia usi tutta la diplomazia possibile: “Vivo qui da otto anni – dice in un’intervista al Financial Times – sono sposato con un’italiana quindi anche io sono stato scontento del risultato dell’Italia”, nonostante sia neozelandese.
E parlando della battaglia tra Sky e Mediaset spiega: “Io non sono un politico. Sky non chiede voti, ma abbonamenti alla gente”. Negli ultimi mesi la battaglia tra le due societa’ e’ aumentata. “Io non sto dicendo che le decisioni prese dal Governo Berlusconi siano state condizionate dal conflitto d’interesse. Il Governo – ha aggiunto Mockrige – le ha spiegate in un altro modo. Io non dico che quelle decisioni siano state prese per favorire le tv del premier. Esiste una tendenza nel sistema politico italiano ad essere protezionista verso le societa’ italiane e questo non e’ concepibile in un mercato unico europeo”.
“Noi siamo – spiega – una societa’ controllata da News Corp. che e’ un’azienda americana con un forte accento australiano. I mercati italiani non sono tradizionalmente cosi’ competitivi per questo quando la gente vede concorrenza pensa sempre ci sia una guerra. Ma quella tra Sky e Mediaset non e’ una guerra, e’ semplicemente competizione. Un fattore che porta tutti a fare meglio”.
(Sky Italia e’ la pay-tv satellitare del gruppo News Corp., societa’ proprietaria di Dow Jones & Co., che controlla quest’agenzia insieme a Class E.). red/cat

(END) Dow Jones Newswires

June 29, 2010 02:51 ET (06:51 GMT)